Fondazione GSP

 

La Fondazione della Guardia Svizzera Pontificia è stata istituita nel 2000, con sede a Friburgo (Svizzera). Il suo fine è quello di offrire sostegno finanziario, materiale e sociale alla Guardia Svizzera Pontificia stessa e a quanti ne fanno parte. Il suo lavoro s’incentra sui seguenti punti chiave:

- il reclutamento delle nuove guardie;
- la formazione e il perfezionamento (attestato professionale federale di agente di sicurezza e di sorveglianza - AISS);
- il miglioramento delle infrastrutture;
- l’assistenza nelle relazioni pubbliche;
- il reinserimento nella vita lavorativa delle guardie che si congedano dal servizio.
 
Al fine di realizzare questi obiettivi è stato costituito un Consiglio di Fondazione, composto da personaggi illustri della Chiesa, della scienza, della politica, dell’economia e dell’ambito militare. La direzione è stata affidata al ex consigliere federale Pascal Couchepin. Il presidente della Conferenza episcopale svizzera e il comandante delle Guardie ne sono membri d’ufficio. Il Consiglio della Fondazione collabora strettamente con il comando della Guardia Svizzera Pontificia. Il suo compito è quello di verificare e di autorizzare le diverse richieste di sovvenzioni. Per reperire i mezzi finanziari necessari, la Fondazione promuove campagne di sottoscrizione particolari e generali.

La Fondazione sostiene la Guardia Svizzera Pontificia con un contributo annuo di CHF 150.000. Altri progetti vengono finanziati e realizzati in modo mirato grazie a donazioni specifiche.

 

Nel 2016 la Fondazione della Guardia Svizzera Pontificia in Vaticano ha incoraggiato la creazione di una seconda Fondazione avente lo scopo di realizzare un progetto di modernizzazione dell’attrezzatura e di rinnovamento dell’edificio della caserma delle guardia, un progetto importante a margine del suo mandato. Questa nuova Fondazione porta il nome di “Fondazione per il Rinnovo della Caserma della Guardia Svizzera Pontificia in Vaticano”.

In effetti, gl’immobili della caserma della Guardia, che datano del 19° secolo, sono vetusti e non rispondono più ai bisogni attuali d’alloggiamento e d’impegno di una truppa. Una modernizzazione delle sue attrezzature, un risanamento degli edifici, vedi loro ricostruzione, sono necessari. La Fondazione per il Rinnovo della Caserma appoggia le Autorità vaticane nella realizzazione di questo progetto fornendole le sue competenze tecniche ed immobiliari come pure un sostegno finanziario. Ulteriori informazioni sull’avanzamento dei lavori si possono ottenere sotto il paragrafo “Rinnovo caserma”.

Quando l’obiettivo che ha motivato la sua creazione sarà raggiunto, la Fondazione per il Rinnovo della Caserma della Guardia Svizzera Pontificia in Vaticano sarà sciolta e l’eventuale patrimonio restante sarà trasferito alla Fondazione per la Guardia Svizzera Pontificia.